Aiuto: devo rientrare al lavoro!

Pubblicato il da gised

Ormai l'estate, come cantavano gli 883, sta finendo e se c'è un rovescio della medaglia alle ferie questo è proprio il rientro al lavoro. Per quanto possa essere gratificante, non c'è lavoro che eguagli il dolce far niente delle vacanze, dove lo spazio e il tempo assumono un valore diverso, lontano dai ritmi della vita di ogni giorno.

images--3-.jpg

Inevitabili, si avvicinano così i giorni che ci rivedranno nei nostri uffici, sportelli, viaggi di lavoro, scuole, strutture, portando con sè orari e doveri verso noi stessi e la nostra famiglia a cui ci dovremo pian piano riabituare. 

Vediamo, quindi, come possiamo riavvicinarci alla vita di ogni giorno nella maniera più indolore per noi e per chi ci è vicino, così da ridurre lo stress da "rientro al lavoro" che sembrerebbe colpire 1 italiano su 10, attraverso qualche consiglio:

1. scrivete su un'agenda tutto ciò che dovete fare e magari trascrivetelo nel calendario e nel cellulare ( orario di lavoro, impegni pianificati, visite mediche previste, commissioni varie, spostamenti  etc etc) così da iniziare ad avere la situazione sotto controllo;

2. iniziate ad apportare qualche piccolo cambiamento nell'organizzazione della giornata già da qualche giorno prima di iniziare il lavoro, così da evitare il trauma di un cambiamento di orario radicale: andate a dormire e svegliatevi un pò prima del solito, fate un pò di moto, riniziate ad organizzarvi in cucina pensando a cosa fare il giorno dopo, etc etc..

images--4-.jpg

3. cercate di sbrigare tutto ciò che pensavate di fare in questo periodo di vacanza: pulizie, visite a parenti e amici, disbrigo di pratiche, così da iniziare il lavoro e tutti gli impegni della quotidianità in maniera più serena, senza il peso di "ciò che dovevate fare....ma non siete riusciti a fare".

4. concedetevi degli spazi solo per voi, per riorganizzarvi mentalmente ed avere cura di voi stessi

Piccoli ma utili accorgimenti necessari a riprendere in mano la nostra vita di ogni giorno,senza cadere nello stato di depressione post ferie.

Perchè la nostra vita quotidiana è fatta certo di impegni e regole, ma anche di tante piccole e grandi soddisfazioni che la rendono unica e meritevole di essere vissuta pienamente.

 

 

Commenta il post